ICS Maugeri S.p.A.

Aziende

Covid-19, la riabilitazione respiratoria e neuromotoria negli Istituti ICS Maugeri S.p.A.

26 Mag , 2021  

ICS Maugeri S.p.A.

Quella del “long Covid” è una sindrome particolarmente insidiosa che colpisce pazienti che, nonostante risultino negativi ai tamponi, continuano ad avere difficoltà fisiche nelle attività quotidiane.
Dalla sede di Pavia di ICS Maugeri S.p.A. sono due medici a raccontare la complicata esperienza che hanno vissuto, in questa particolare occasione, da pazienti. “Esco da questo percorso acuto e sono uno straccio”, ricorda Paolo Geraci, rianimatore, riferendosi al periodo immediatamente successivo al Covid-19: “Un polipo che si affloscia, non stavo proprio in piedi” è la metafora indicata per descrivere le criticità incontrate dopo la malattia. A fargli eco è Maria Antonietta Bressan, cardiologa, anche lei in cura a Pavia presso il centro di riabilitazione respiratoria e neuromotoria di ICS Maugeri S.p.A.: “Mi accorgevo che in salita mi mancava un po’ il fiato”, racconta, sottolineando in aggiunta che a Pavia non sono presenti grandi salite. Da lì ha effettuato una serie di accertamenti medici, fino alla decisione di intraprendere un percorso di riabilitazione.
Il recupero necessario, di tipo respiratorio, neuromotorio o entrambi, può essere più o meno prolungato e deve essere adattato in base alle esigenze del paziente. Tra le attività condotte, ad esempio, “tutta una serie di esercizi per le gambe e per le braccia”, spiega Giuditta Bettinelli, fisioterapista dell’Istituto di Pavia, “per aumentare la forza che, dopo prolungati allettamenti e inattività, viene meno”. Un grande impegno dunque per tornare a svolgere con serenità gli impegni quotidiani e far sì che le difficoltà del Covid-19 rimangano solo un ricordo nel passato. L’esperienza però, oltre ad essere decisamente complicata, può insegnare anche qualcosa di positivo per il futuro: “Bisognare essere molto umili”, conclude Paolo Geraci, “e non pensare di essere invulnerabili”.

Per visualizzare l’intervista:
https://www.adnkronos.com/riabilitazione-post-covid-lesperienza-di-due-medici-allics-maugeri_50EYwujNSyYA7lrGCVe1dL?refresh_ce

Aziende

“Long Covid” e riabilitazione: i risultati dello studio di ICS Maugeri S.p.A.

4 Mar , 2021  

ICS Maugeri S.p.A.

Una delle caratteristiche più preoccupanti dell’infezione da Coronavirus è la durata dei sintomi, che in molti casi persistono anche dopo la guarigione. Si parla infatti di “Long Covid”. Durante la conferenza stampa dello scorso 25 febbraio, Hans Kluge, direttore dell’Oms Europa, ha confermato l’esistenza del fenomeno: dopo 12 settimane, 1 paziente su 10 presenta ancora difficoltà respiratorie, stanchezza e dolori muscolari. Per debellare gli effetti a lungo termine del Coronavirus l’arma migliore è un’attenta riabilitazione. A confermarlo è uno studio condotto da ICS Maugeri S.p.A., che si basa sui dati di 140 pazienti. Secondo gli Istituti Scientifici di Pavia sono tre i pilastri di una riabilitazione efficace in caso di Covid-19. Due riguardano l’ambito fisico: “Il primo è il recupero respiratorio – ha spiegato Michele Vitacca, Direttore del Dipartimento Pneumologia Riabilitativa – ovvero andare a riaprire e dilatare, con farmaci, dispositivi e ginnastica respiratoria, gli spazi degli alveoli polmonari che sono stati compressi. Il secondo pilastro è la rieducazione motoria per recuperare dei semplici movimenti: dal letto alla poltrona, dal camminare alla cyclette fino al tapis roulant, aumentando pian piano l’attività così da rieducare i muscoli e ridurre la desaturazione di ossigeno durante l’attività fisica”. Infine, è importante agire sul lato neurologico e mentale: “Il Covid – continua Vitacca – lascia quella che viene definita sindrome post traumatica da stress, che colpisce memoria e psiche, ma le terapie comportamentali aiutano il recupero e il reinserimento sociale”. Un contributo fondamentale, quello di ICS Maugeri S.p.A., che verrà pubblicato a breve su “Respiration”, il giornale ufficiale dell’European Association for Bronchology and Interventional Pulmonology.

Per maggiori informazioni: https://www.gazzettadiparma.it/italiamondo/2021/02/25/news/oms_dopo_3_mesi_una_persona_su_10_contagiata_non_e_ancora_in_buone_condizioni_di_salute_-5282808/