Aziende

Aziende

IRIDEOS: nuovi ingressi nel team manageriale da Sky e TIM

5 Set , 2019  

IRIDEOS

IRIDEOS: nuovi ingressi nel team manageriale da Sky e TIM 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Milano 5 settembre 2019 – IRIDEOS, il polo ICT per le aziende controllato dal fondo infrastrutturale F2i, annuncia due nuovi ingressi nel team manageriale.


Jeff Zakar, dopo 16 anni in TIM con responsabilità crescenti sino a diventare Direttore Vendite Business per l'Area Nord Ovest, entra in IRIDEOS a diretto riporto dell'Amministratore Delegato Danilo Vivarelli, con il ruolo di Direttore Vendite.

 


Sergio Marzano lascia Sky, dove ha diretto la fase di start up per il lancio dei servizi broadband, per raggiungere il gruppo di telecomunicazioni con la carica di Direttore Processi e Customer Experience. Precedentemente Marzano ha ricoperto cariche di importanza crescente in Fastweb, nella direzione Finance e come Responsabile Processi.


"Queste due nomine rappresentano un ulteriore passo nel rafforzamento della squadra IRIDEOS ed un tassello importante nella definizione di un processo che vede il cliente al centro delle nostre attività" spiega Danilo Vivarelli, Amministratore Delegato di IRIDEOS.


IRIDEOS è oggi una realtà che conta circa 700 dipendenti e che ha totalizzato nel 2018 190 milioni di euro di fatturato sui servizi core di connettività, data center, cloud e servizi gestiti, oltre a 60 milioni di euro di rivendita al mercato wholesale.

Aziende

Marco Fazzini nuovo Presidente di Synergia Consulting Group

5 Ago , 2019  

Marco Fazzini nuovo Presidente di Synergia Consulting Group 5.00/5 (100.00%) 1 vote

  • Consiglieri Delegati:

Marco Fiorentino allo Sviluppo delle attività e alla Comunicazione;

Giuseppe Capra alla AFC

Daniele Serra all'Organizzazione Interna

  • Oltre 200 professionisti per un fatturato aggregato di circa 20 milioni di euro

     

Milano, 5 agosto 2019 – Il nuovo Consiglio d'amministrazione di Synergia Consulting Group S.r.l. ha nominato Presidente il Prof. Marco Fazzini, dello Studio Fazzini di Firenze e consiglieri delegati: il Dr. Marco Fiorentino, dello Studio Fiorentino e Associati di Napoli, con deleghe a Sviluppo delle attività e alla Comunicazione, il Dr. Giuseppe Capra dello Studio Capra di Verona, con delega ad Amministrazione-Finanza e Controllo e il Dr. Daniele Serra, dello Studio Commercialisti di Modena, con delega per l'Organizzazione Interna. Il nuovo Consiglio di Amministrazione si è insediato il 17 luglio 2019.


Synergia Consulting Group è un'alleanza da studi professionali collocati nelle principali regioni italiane (Lombardia, Veneto, Toscana, Emilia Romagna, Lazio, Campania, Sicilia) per un totale di circa 200 professionisti, fortemente radicati a livello territoriale ma con una vision globale. Synergia Consulting dal 2001 offre servizi integrati di consulenza tributaria, societaria, aziendale, amministrativa e di corporate finance su tutto il territorio nazionale. Con un'attenzione particolare alle PMI, essa rappresenta una realtà consolidata unica, sia nella forma giuridica, sia nella sostanza e un punto di riferimento e ciascuno Studio è collegato, nelle proprie attività, agli altri in una struttura federale che permette di mettere a fattor comune servizi ed esperienze e di far fronte agli incarichi più complessi.


Marco Fiorentino, consigliere con deleghe allo Sviluppo delle attività e Comunicazione, ha dichiarato: "Siamo felici per il rinnovo del Consiglio d'Amministrazione. I suoi compiti principali saranno il rafforzamento del ruolo partecipativo all'Alleanza da parte di tutti gli Studi che la compongono e il suo allargamento ad altre realtà territoriali, nonché la crescita dell'attenzione verso le nuove esigenze del mondo delle imprese, anche nei suoi processi d'internazionalizzazione, fornendo al contempo un'adeguata risposta alle spinte del mercato della consulenza verso strutture sempre più aggregate e specializzate".

Aziende

Luca Trabattoni nuovo presidente di Baker Tilly Italy Tax

5 Ago , 2019  

Luca Trabattoni nuovo presidente di Baker Tilly Italy Tax 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Nominati nuovi CEO Enrico Holzmiller e Alberto Fioritti


La società è parte del network Baker Tilly International presente in 145 Paesi con quasi 35.000 persone per un fatturato globale di circa 3,4 miliardi di dollari

 


Milano, 5 agosto 2019Baker Tilly Italy Tax – società di consulenza dedicata alla fiscalità internazionale per clienti italiani attivi all'estero e clienti stranieri che operano sul mercato italiano – ha rinnovato la propria governance. Il nuovo presidente è il Dott. Luca Trabattoni (Studio Piana Illuzzi Queirolo Trabattoni, Genova) e i nuovi CEO sono il Dott. Enrico Holzmiller (Studio Holzmiller & Partners, Milano) e il Dott. Alberto Fioritti (Studio Serantoni ed Associati, Bologna)


Baker Tilly Italy Tax, che opera nelle principali città italiane e conta su oltre 200 professionisti, è controllata da Synergia Consulting Group, alleanza di studi professionali presenti nelle maggiori regioni italiane. Baker Tilly Italy Tax è, inoltre, parte di Baker Tilly International, tra i più importanti network mondiali di consulenza e revisione contabile, presente in oltre 145 Paesi con un fatturato globale di circa 3,4 miliardi di dollari e coinvolgendo quasi 35.000 persone.

"In un contesto molto competitivo, le società italiane necessitano sempre di più di una consulenza fiscale internazionale professionalmente qualificata", hanno commentato Enrico Holzmiller e Alberto Fioritti, nuovi CEO di Baker Tilly Italy Tax. "BakerTilly Italy Tax vuole rispondere a questa esigenza, attraverso la capillarità dei nostri professionisti con spiccata vocazione internazionale presenti sul territorio nazionale attraverso l'appartenenza al network Baker Tilly International, primaria rete internazionale di qualificati studi professionali presente in oltre 145 Paesi, con un fatturato globale di circa 3,4 miliardi di dollari, a cui in Italia già aderisce la società di revisione Baker Tilly Revisa".

Aziende

IRIDEOS – Open Fiber: accordo per la fibra alle aziende

1 Ago , 2019  

IRIDEOS

IRIDEOS – Open Fiber: accordo per la fibra alle aziende 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Milano, 30 Luglio 2019 – IRIDEOS, il nuovo polo ICT per le aziende creato da F2i, ha siglato un accordo per utilizzare la rete in fibra ottica di Open Fiber su tutto il territorio nazionale, dove IRIDEOS non è già presente con infrastrutture proprietarie.

Open Fiber sta realizzando in circa 8.000 comuni italiani una rete in fibra ottica future proof che è in grado di garantire le massime larghezze di banda simmetriche rese disponibili dalla tecnologia. L’azienda non vende direttamente al cliente finale i servizi in fibra ottica, ma è attiva esclusivamente nel mercato all’ingrosso (wholesale only), offrendo servizi con un approccio neutrale e quindi a parità di condizioni tecniche ed economiche a tutti gli operatori di mercato interessati.

 

Il portafoglio di soluzioni di connettività IRIDEOS si arricchisce quindi delle infrastrutture interamente in fibra ottica di Open Fiber, sia in modalità Punto-Punto, con collegamento dedicato alla singola sede aziendale, sia in modalità GPON, con collegamento condiviso.

“All’interno di progetti complessi di trasformazione digitale, che sempre più spesso coniugano cloud, datacenter e connettività, è fondamentale disporre di collegamenti in fibra ottica ad altissime prestazioni. Le infrastrutture di Open Fiber ci permettono di espandere ulteriormente la nostra capacità di fornire alle aziende la soluzione migliore, ovunque si trovino” commenta Danilo Vivarelli, Amministratore Delegato di IRIDEOS.

“L’accordo con IRIDEOS conferma il primato tecnologico dell’infrastruttura di rete che Open Fiber sta realizzando in tutto il Paese – afferma l’Amministratore Delegato di Open Fiber Elisabetta Ripa – Siamo felici della partnership con IRIDEOS che ha una focalizzazione sul mercato business sul quale riteniamo di poter fare la differenza grazie all’elevato grado di affidabilità, innovazione e capillarità della nostra rete”.

Aziende

T2i trasferimento tecnologico e innovazione a Wels (Austria) per l’evento conclusivo del progetto europeo NUCLEI

29 Lug , 2019  

T2i trasferimento tecnologico e innovazione a Wels (Austria) per l’evento conclusivo del progetto europeo NUCLEI 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Giovedì 23 maggio nella città austriaca la conferenza finale del progetto che punta a far crescere l'open innovation nelle aziende

Treviso, maggio 2019 – Oltre 200 grandi imprese e 350 piccole e medie aziende da tutta Europa, 260 tra centri di ricerca e università, 100 soggetti dedicati al supporto del business aziendale, 20 responsabili regionali e nazionali coinvolti nelle attività del progetto, 10 casi di trasferimento tecnologico di alto impatto tra centri di ricerca e aziende, numerosi contatti tra cluster e centri di alta innovazione per la collaborazione in futuri progetti comuni: sono questi gli importanti risultati raggiunti nell'ambito del progetto europeo NUCLEI.

 

I risultati sono stati presentati nel corso della conferenza finale che si è tenuta giovedì 23 maggio a Wels in Austria, presso L'Università di Scienze Applicate dell'Upper Austria, a cui ha preso parte anche t2i trasferimento tecnologico e innovazione, società consortile per l'innovazione delle Camere di Commercio di Treviso-Belluno, Verona e Venezia Rovigo, partner di NUCLEI, insieme ad altri 10 enti di ricerca provenienti da Austria, Repubblica Ceca, Polonia, Slovacchia e Germania.

Partito a luglio 2016, e della durata di tre anni, NUCLEI è nato dall'esigenza di favorire i processi di innovazione nelle industrie europee dell'automazione e meccatronica delle regioni centro-europee. Scopo di NUCLEI è quello di accelerare la trasposizione nel manifatturiero avanzato di tecnologie abilitanti fondamentali (Key Enabling Technologies – KET) in nuovi componenti e applicazioni passando da un approccio di scouting tecnologico "local-based" a un pool transnazionale di conoscenza che sostiene l'innovazione oltre i confini regionali. NUCLEI ha contato su un budget di 2 milioni di euro, co-finanziati dal programma Interreg Central Europe dell'UE, e ha coinvolto 10 partner di elevato standing nel campo della ricerca applicata e dell'innovazione.

L'impegno di t2i in NUCLEI è iniziato con un'intensa attività di formazione e disseminazione nel corso del 2017 attraverso una serie di seminari su temi legati all'Open Innovation, quali l'interfaccia uomo-macchina, l'internet of things e la robotica collaborativa. I seminari hanno visto interventi di esperti di istituti di ricerca (ITIA-CNR, Fraunhofer IPA, Centro Ricerche Fiat) e di esponenti del mondo accademico dell'Università di Padova che hanno portato esperienze progettuali e metodologie per comprendere il potenziale tecnologico trasferibile alle aziende.

Ultimo in ordine di tempo è stato il workshop "Digital Twin: la strada 4.0 per l'efficienza dei processi e la qualità dei prodotti" organizzato da t2i in collaborazione con Considi. L'incontro è stato l'occasione per approfondire alcuni temi legati alla trasformazione digitale delle imprese. In particolare è stato trattato il tema del Digital Twin quale strumento che riassume in sé una serie di tecnologie (IoT, Intelligenza Artificiale, data analytics e strumenti di simulazione) per l'aumento dei livelli di digitalizzazione delle imprese. Il seminario inoltre è stata l'occasione per trattare temi legati alla trasformazione digitale delle aziende in ottica 4.0 quali processi lean e manifattura predittiva, coinvolgendo esperti delle Università di Padova e Verona e presentando, attraverso le case history di Galdi srl e Manfrotto, alcuni casi pratici di trasformazione digitale in azienda.

L'attività di progetto di t2i nell'ambito di NUCLEI è proseguita poi attraverso la misura degli effetti degli open seminars sulle aziende coinvolte che hanno mostrato una interessante ricaduta in termini di investimenti dedicati alla ricerca e allo sviluppo da parte delle imprese coinvolte e generati dagli scambi emersi durante i seminari.

Parallelamente a questo, il progetto NUCLEI ha approfondito, con approcci completamente nuovi, alcuni filoni tematici relativi alla standardizzazione di aspetti legati all'Open Innovation quali la sostenibilità ambientale della classe energetica dei materiali industriali, l'Internet of Things per i sistemi di automazione e interoperabilità, la sicurezza dei dati e la cybersecurity per i dati delle aziende manifatturiere.

"La partecipazione al progetto europeo NUCLEI – ha detto Roberto Santolamazza, Direttore di t2i trasferimento tecnologico e innovazione – coincide perfettamente con la mission di t2i, permettendo di promuovere e sperimentare realmente la Open Innovation nelle nostre aziende attraverso la partecipazione a un network internazionale con soggetti eccellenti nella innovazione e ricerca applicata. I considerevoli risultati raggiunti dal progetto NUCLEI permettono da subito un follow up di grande valore: la creazione di una piattaforma di organizzazioni qualificate che svilupperanno l'approccio di NUCLEI in modo stabile anche nei prossimi anni offrendo servizi dedicati, di cui t2i sarà snodo chiave a Nordest."

,

Aziende

UVET Travel Index: debole crescita del PIL nel secondo trimestre 2019

17 Lug , 2019  

UVET Travel Index: debole crescita del PIL nel secondo trimestre 2019 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Perdura la fase di stagnazione dell'Italia secondo il modello statistico-econometrico sviluppato per Uvet da The European House – Ambrosetti

Cresce la fiducia di imprese e cittadini e il tasso di occupazione ma crolla la produzione industriale

Milano, 17 luglio 2019 – L'Uvet Travel Index, il modello econometrico sviluppato a partire dai dati storici sui viaggi d'affari raccolti da gennaio 2013 a giugno 2019, ha rilevato per il secondo trimestre del 2019 una debole crescita del PIL reale dello 0,1%, con un intervallo di confidenza compreso fra 0% e 0,2%. Perdura quindi la fase di stagnazione dell'economia italiana, anche se non si prevede un nuovo trimestre a crescita negativa come negli ultimi mesi del 2018 (l'analisi precede anche i dati dell'Istat).

 

Nel mese di aprile la produzione industriale è crollata dell'1,1% rispetto a marzo portando l'Istat a rilevare la seconda flessione congiunturale della produzione industriale dopo gli aumenti d'inizio anno. Nel confronto tra 2018 e 2019, invece, la contrazione è stata dell'1,5%. La causa principale è la frenata del settore automotive, iniziata già nei mesi conclusivi del 2018 e ancora in atto. Ad aprile 2019 la produzione dell'automotive italiana è scesa del 17,1% rispetto all'anno precedente. I due Paesi europei con il maggior crollo della produzione automotive sono Italia e Germania. Le difficoltà del settore sono dovute all'introduzione di regole molto stringenti in tema di emissioni e in parte al calo della domanda di nuove auto, che nel 2018 si è ridotta in quasi tutti i principali Paesi europei.

Nel mese di maggio, però, è stata registrata una crescita della fiducia d'imprese (dell'1,4%) e cittadini (dell'1,1%) e del tasso di occupazione dello 0,4% su base annua raggiungendo il 59%, dato che rappresenta un record storico perché si tratta del livello più alto mai raggiunto dall'Italia da quando esistono le serie storiche di Istat anche se il Paese resta al penultimo posto in Europa. Come probabile effetto dell'avvio della stagione estiva, sono 67mila in più il numero di occupati rispetto ad aprile. A trascinare gli occupati è il campione degli over 50, con una crescita dell'1%. Mentre il gruppo più giovane (15-24 anni) registra una crescita nulla.

Un aspetto preoccupante che viene segnalato anche dall'Uvet Travel Index è l'ulteriore peggioramento della produttività dell'Italia, perché a fronte della crescita dell'occupazione dello 0,4% su base annua corrisponderebbe solo una crescita del PIL reale dello 0,1%.

L'Uvet Travel Index presenta un'affidabilità del 94% e un margine d'errore inferiore a 0,15 punti percentuali. L'indice contiene un database di 3,5 milioni di informazioni censite che riguardano i clienti di Uvet GBT, pari a oltre il 20% del mercato che ha portato alla luce che il trend dei viaggi d'affari rispecchia al 92% l'andamento del Prodotto Interno Lordo dell'Italia. L'Uvet Travel Index fornisce indicazioni in tempo reale sul ciclo economico e in rispetto ai dati ufficiali dell'ISTAT.

L'andamento debole dell'economia italiana ha paventato il rischio dell'apertura di una procedura d'infrazione da parte dell'Unione europea, a cui il Governo Italiano ha risposto proponendo l'approvazione di una manovra correttiva. La manovra porterà nelle casse dello Stato 7,6 miliardi di euro, di cui 6,1 miliardi frutto di maggiori entrate e 1,5 miliardi derivanti dal blocco delle risorse accantonate e non utilizzate per il Reddito di Cittadinanza e Quota 100.

A richiedere il Reddito di Cittadinanza, infatti, sono state 670mila famiglie, mentre secondo le stime del Governo sarebbero dovute essere 1,8 milioni di famiglie. Anche per Quota 100 le domande effettive sono state 150mila a fronte di previsioni di 330mila persone.

 

Aziende

Emera acquisisce l’8,017% del capitale sociale di Eurotech S.P.A. e diventa il secondo azionista

9 Lug , 2019  

Emera acquisisce l’8,017% del capitale sociale di Eurotech S.P.A. e diventa il secondo azionista 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Milano, 8 luglio 2019 – EMERA S.r.l. ("Emera") rende noto di aver acquisito fuori mercato una partecipazione dell'8,017% del capitale sociale di EUROTECH S.p.A. (ETH:IM; "Eurotech"), società multinazionale quotata nel segmento STAR di Borsa Italiana S.p.A. e specializzata nella progettazione e realizzazione di schede e moduli embedded, edge computer, HPEC e soluzioni per l'internet of things.

 


Emera è una holding di partecipazioni, costituita nell'ambito di un club deal, che raccoglie al proprio interno figure imprenditoriali di spicco, tra cui Aldo e Beppe Fumagalli (già proprietari del Gruppo Candy Hoover) e i gruppi Bluenergy e Mitica.


Emera è stata assistita per l'organizzazione del club deal da SCM Sim S.p.A., per gli aspetti legali dal Partner Avv. Antonio Sascaro dello studio Chiomenti e per gli aspetti fiscali dall'Equity Partner Dott. Andrea de' Mozzi di Pedersoli Studio Legale.


Con l'acquisto della partecipazione, Emera diventa il secondo azionista di Eurotech dopo Leonardo S.p.A.


Il Presidente di Emera dott. Antongiulio Marti ha così commentato: "Eurotech rappresenta a tutti gli effetti una multinazionale tascabile, un'eccellenza con know how tutto italiano in un settore tecnologicamente tra i più avanzati; per questo, Emera ha effettuato un investimento che considera di lungo periodo, puntando su Eurotech come uno dei protagonisti della quarta rivoluzione industriale".

 

, , ,

Aziende

LUCIANO GALLUCCI NOMINATO NUOVO BUSINESS DEVELOPER MANAGER DI PEGASO 2000

11 Giu , 2019  

LUCIANO GALLUCCI NOMINATO NUOVO BUSINESS DEVELOPER MANAGER DI PEGASO 2000 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Perugia, 11 giugno 2019 – Pegaso 2000, azienda IT di Perugia, ha nominato Luciano Gallucci Business Developer Manager. Tra i compiti di Luciano Gallucci anche quello di incrementare le opportunità di business di Pegaso 2000 con l'apertura di nuovi ambiti tecnologici e applicativi.


Laureato in Scienze Statistiche ed Economiche, Luciano Gallucci dopo un Master in Tecnica Bancaria ed Informatica inizia la carriera in La Centrale Servizi, per poi passare a Datamat S.p.A. con il ruolo di Business Manager responsabile della consulenza direzionale e organizzativa e dei prodotti area Finanza.


Dal 1999 è Responsabile dei sistemi informativi e dell'organizzazione e Vicedirettore Operations in Banca Commerciale Italiana (Suisse), poi Intesabci (Suisse) confluita in Credit Agricole Suisse. Nel 2003 ritorna in Datamat S.p.A., dove ricopre il ruolo di Vicedirettore nella divisione banche, finanza e assicurazioni e Direttore dell'area finanza. La divisione, in particolare, aveva il compito di gestire circa 400 collaboratori e un budget di 38 milioni di euro. Sempre nel 2003 viene nominato Amministratore Delegato di Datamat S.p.A. (Suisse) S.A, società del gruppo Datamat S.p.A.

In continuità con il ruolo ricoperto in Datamat S.p.A. dopo l'ingresso nel Gruppo Finmeccanica (ora Leonardo) assume l'incarico di Responsabile ingegneria dell'offerta e presales Mercato Finance e Poste Italiane e Vicedirettore dell'unità Finance and Banking Solutions. In seguito, assume il ruolo di Business Unit Director per Aubay Italy, i cui clienti sono tutti i principali istituti bancari e finanziari italiani. Dal 2015 assume l'incarico di Senior Advisor per diverse società tra cui: Sintea del Gruppo Previnet, Kisiwa Tecnologies, Adadvisory, Entriage e Strategy & Innovation occupandosi anche di tematiche legate al Corporate Finance ed alla prevenzione e gestione delle crisi aziendali. Per due anni fino al 2017 collabora con l'Università Cattolica del Sacro Cuore" con il ruolo di segretario generale e Direttore del "Centro di Ricerca sulle Imprese di Famiglia – CERIF".


Luciano Gallucci, inoltre, ha ricoperto anche l'incarico di Marketing, Sales e Communication Manager per Enterprise S.p.A, di Direttore Commerciale per Arcoba S.r.l e di Advisor Responsabile Information Technology per Sol&Fin Sim. Dal 2017 è il Presidente di Spazio 42 S.r.l.

"Luciano avrà il 'delicato' ruolo di presentare nuove opportunità di business in Pegaso 2000, sia legate all'apertura di nuovi ambiti funzionali e tecnologici – spiega Franco Cicogna, CEO di Pegaso 2000 -, sia legate ad assistere in modo puntuale e propositivo clienti e prospect attuali della nostra azienda, in particolare nella sede di Roma. Inoltre, la sua esperienza decennale in ambiti multinazionali e quindi di aziende di grossa dimensione, potranno aiutare la crescita che Pegaso 2000 sta progressivamente avendo, sia in termini di sviluppo organizzativo che in termini di miglioramento del business model e dell'accounting. Dopo l'arrivo di Monica Ambrosi quale Responsabile Delivery, l'arrivo di Luciano rappresenta un ulteriore segnale da parte di Pegaso 2000 di continuare il suo percorso di sviluppo come player di riferimento nel mondo dell'IT Banking italiano".

,

Aziende

IRIDEOS: Vivarelli nuovo Amministratore Delegato

20 Mag , 2019  

IRIDEOS

IRIDEOS: Vivarelli nuovo Amministratore Delegato 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Milano 17 Maggio 2019 – Danilo Vivarelli è il nuovo Amministratore Delegato di IRIDEOS, il polo ICT per le aziende creato da F2i a seguito delle acquisizioni di Infracom, MClink e KPNQwest Italia, già integrate in IRIDEOS, e di Enter e Clouditalia.


Vivarelli, dallo scorso dicembre Direttore Generale di IRIDEOS e precedentemente membro indipendente del Consiglio di amministrazione di TIM, ha una lunga esperienza nel settore, da Marconi ad Omnitel fino allo start up di Fastweb, dove ha ricoperto diversi ruoli contribuendo allo sviluppo nazionale dell'azienda. Come Amministratore Delegato avrà la responsabilità del consolidamento e della crescita sul mercato di IRIDEOS.

 


"In un settore in profonda trasformazione come quello delle telecomunicazioni, – dichiara Danilo Vivarelli – è bello poter guidare una realtà con un progetto innovativo, basato su solide infrastrutture, che guarda al futuro del Cloud pervasivo: la combinazione di connettività avanzata, data center, piattaforme Cloud, gestione IT – quello che mi piace chiamare Multicloud Italiano – credo possa essere la chiave per aiutare al meglio le aziende nella loro trasformazione digitale"


IRIDEOS è oggi una realtà che conta circa 700 dipendenti e che ha totalizzato nel 2018 190 milioni di euro di fatturato sui servizi core di connettività, data center, cloud e servizi gestiti, oltre a 60 milioni di euro di rivendita al mercato wholesale.


IRIDEOS
IRIDEOS è il nuovo polo italiano ICT dedicato alle aziende e alla Pubblica Amministrazione. Controllata all'80% da F2i SGR, il più grande Fondo infrastrutturale operante in Italia, e al 20% da Marguerite, fondo creato con il sostegno di sei istituzioni finanziarie pubbliche europee, IRIDEOS aggrega e consolida gli asset e le competenze di sei operatori italiani focalizzati sulla clientela business: Infracom, KPNQwest Italia, MC-link, BiG TLC, Enter e Clouditalia. L'obiettivo è supportare lo sviluppo e la competitività delle aziende attraverso soluzioni abilitanti che coniugano cloud, data center, fibra ottica, sicurezza e innovazione. Le soluzioni IRIDEOS fanno leva su una piattaforma tecnologica che integra 15 data center a Milano, Roma, Trento, Verona e Arezzo, il più grande Internet hub privato italiano (Avalon Campus), piattaforme cloud italiane certificate AgID e una rete in fibra ottica di oltre 30.000 km lungo le principali autostrade e la dorsale adriatica.
www.irideos.ithttps://www.linkedin.com/company/irideos-s-p-a/

,

Aziende

IL CLOUD DI IRIDEOS OTTIENE LA “CERTIFICAZIONE” AGID

15 Mag , 2019  

IRIDEOS

IL CLOUD DI IRIDEOS OTTIENE LA “CERTIFICAZIONE” AGID 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Via libera alla PA italiana per accedere al multi cloud di IRIDEOS.

Milano, 14 maggio 2019 – Le soluzioni IaaS di IRIDEOS sono state inserite nel Cloud Marketplace di AgID, la piattaforma che espone i servizi, le infrastrutture e le aziende qualificate da AgID come Cloud Service Provider (CSP) abilitati ad offrire il Cloud alla Pubblica Amministrazione italiana.


Un traguardo importante poiché dall'inizio di aprile gli enti pubblici possono acquisire servizi Cloud esclusivamente dai CSP qualificati e presenti nel Registro Pubblico pubblicato da AgID.

 


IRIDEOS entra nel marketplace con due diverse soluzioni Cloud che soddisfano anche le esigenze delle amministrazioni pubbliche tecnologicamente più all'avanguardia e pronte a sperimentare soluzioni diverse nell'ottica dell'approccio multi cloud. La prima – V.Cloud – basata su tecnologie leader di mercato (VMware) e adatta ad ospitare applicazioni con carichi di lavoro stabili. La seconda – O.Cloud – ereditata da IRIDEOS con l'acquisizione al 100% della società Enter, è basata su tecnologie open source (OpenStack) ed è adatta alla gestione di applicazioni con carichi di lavoro dinamici e irregolari nel corso del tempo.


Le piattaforme Cloud di IRIDEOS sono state costruite all'insegna dei requisiti di qualità fissati dall'Agenzia e cioè affidabilità e sicurezza per i dati e le informazioni che vi risiedono. La piattaforma V.Cloud è stata progettata e realizzata su un'infrastruttura distribuita su tre data center proprietari, tutti italiani, localizzati nell'Avalon Campus di IRIDEOS in via Caldera a Milano, interconnessi tra loro in fibra ottica per garantire ai clienti massima affidabilità e continuità operativa. La piattaforma O.Cloud è nativamente distribuita a Milano, Francoforte e Amsterdam, tre punti strategici in Europa per le interconnessioni con i CSP globali.


Il "bollino" AgID, si affianca alle certificazioni già ottenute da IRIDEOS in ambito di sicurezza, protezione dei dati, continuità operativa e capacità di gestione dei servizi (ISO 9001, ISO 27001, ISO 27017, ISO 27018, ISO 20000-1, ISO 14001, ITIL).

Aziende

Longevity Run: Serenissima Ristorazione sponsor dorato

3 Mag , 2019  

Longevity Run: Serenissima Ristorazione sponsor dorato 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Uno stile di vita sano parte dall'alimentazione e prosegue con il movimento e l'attività fisica. Non solo food nella vision di Serenissima Ristorazione: la società guidata da Mario Putin, da sempre promotrice del benessere in tutte le sue sfumature e accezioni, sarà tra gli sponsor della "Longevity Run".

Una vera e propria corsa all'insegna della buona salute e della forma fisica. Si partirà venerdì 10 maggio a Roma, presso lo stadio "Nando Martellini", una location iconica per veicolare al meglio il concetto di longevità e sensibilizzare sull'argomento. Con il passare degli anni e il mutamento verso una società più "digital", sono venute progressivamente meno le buone e salutari abitudini, primo su tutti il movimento. Si preferiscono la televisione e il computer a una passeggiata in città o a una partita di calcetto tra amici, approcciando uno stile di vita alquanto sedentario.

 

Al contrario, la Logevity Run si pone come obiettivo quello di favorire l'attività fisica come elisir di lunga vita e di divulgare temi ancora poco discussi. Infatti, a margine dell'evento ci sarà anche la possibilità di prenotare un check up gratuito: sul posto saranno presenti l'equipe di medici del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS per offrire a tutti un esame di controllo gratuito sui 7 parametri di salute cardiovascolare e la valutazione di qualità del sonno, funzione respiratoria, massa e performance muscolare e l'introito calorico giornaliero. Al termine, ai partecipanti verrà rilasciata la scheda con il risultato, fornita di consigli e raccomandazioni per un modus vivendi sano ed equilibrato. A fianco di Main Platiunium sponsor quali Danacol e Carni Sostenibili, Serenissima Ristorazione si pone come Gold Sponsor, essendo l'alimentazione complementare all'attività fisica per un quadro esemplare.

Oltre alla tappa romana, quest'anno è stato organizzato un vero e proprio tour: sono previsti, infatti, altri due appuntamenti in Emilia Romagna il 26 maggio, a San Gabriele Piozzano (Piacenza), e in Trentino Alto Adige il 3 agosto, a Madonna di Campiglio (Trento).

Ad ogni appuntamento, Serenissima Ristorazione sarà presente con il proprio stand, dove sarà possibile conoscere tutti i servizi offerti e l'importanza di uno stile alimentare corretto ed equilibrato come garanzia di buona salute. A completare il quadro, al termine delle visite mediche, dalle ore 19.30 avranno inizio le attività sportive sotto forma di un circuito che combinerà elementi di fitness, ciclismo e corsa, messo a punto da Purosangue, progetto internazionale di running solidale.

Per iscriversi alla Longevity Run è necessario andare sul sito www.longevityrun.it, mentre per la prenotazione dei check up occorre inviare una mail a longevityrun@gmail.com

Aziende

Serenissima Ristorazione: è ora disponibile il pagamento con Satispay

15 Feb , 2019  

Serenissima Ristorazione: è ora disponibile il pagamento con Satispay 5.00/5 (100.00%) 1 vote

Il sistema di pagamento attraverso l’App Satispay è ormai attivo in gran parte dei self service e bar gestiti da Serenissima Ristorazione. L’azienda, leader italiano nella ristorazione commerciale e collettiva, è da sempre attenta alle esigenze dei consumatori. Tra queste c’è anche la necessità di proporre nuovi servizi per rendere la loro esperienza comoda, confortevole e veloce. Per unire la praticità alla qualità del cibo offerto, la società capogruppo guidata da Mario Putin ha avviato la collaborazione con Satispay, che consente a chi lo desidera di pagare in tutta tranquillità attraverso il proprio smartphone, senza l’obbligo di portare con sé carta di credito o contanti. L’applicazione infatti, attiva dal 2015, è ormai tra le più famose in ambito di pagamenti via smartphone.

 

In seguito all’iscrizione, che consiste nell’inserire numero di telefono, email e codice IBAN, è possibile effettuare il pagamento in modo sicuro e veloce, con la stessa semplicità e immediatezza di un messaggio inviato su WhatsApp. Nei locali di serenissima Ristorazione, vicino alle casse, i consumatori troveranno esposto il QRCode che facilita ulteriormente il pagamento con Satispay, oltre alla promocard per i clienti.

Una soluzione veloce per risparmiare tempo ed evitare code!

,