A2A

Aziende

A2A da multiutility a Life Company: l’intervento dell’AD Renato Mazzoncini ad ANSA Incontra

9 Mar , 2021  

Renato Mazzoncini

Se in Italia vogliamo raggiungere l’obiettivo del 55% di energia elettrica da rinnovabile nel 2030, dobbiamo quadruplicare la velocità di installazione”: a lanciare il messaggio è stato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di A2A Renato Mazzoncini, intervenuto lo scorso 9 febbraio in occasione del forum ANSA Incontra. In quest’ottica è fondamentale rimuovere gli ostacoli che impediscono alle aziende sane e sostenibili di crescere non solo semplificando l’iter autorizzativo ma anche superando posizioni NIMBY (Not In My Back Yard), così come vengono definite quelle dei cittadini che spesso si oppongono all’istallazione di impianti nei propri territori, ad esempio per i rifiuti.

Per Renato Mazzoncini dunque il Recovery Fund si configura come “una grande opportunità” che l’Italia deve cogliere per portare a termine la transizione energetica quadruplicando il ritmo di installazione di energie rinnovabili. Non a caso A2A insieme a Utilitalia ha definito un piano che include progetti per 3,1 miliardi di euro finanziabili dal Recovery: risorse necessarie “per accelerare o per abilitare alcuni investimenti e, in alcuni casi, per ridurre le tariffe” a cui si aggiungono i 16 miliardi previsti nel maxi piano al 2030 che il Gruppo ha presentato lo scorso 20 gennaio.

L’AD Renato Mazzoncini ha parlato anche della trasformazione di A2A che la porterà ad evolvere da multiutility a “Life Company” con uno sguardo rivolto all’Europa.

Per maggiori informazioni:

https://www.ansa.it/sito/notizie/ansa_incontra/2021/02/08/draghi-recoverysostenibilita-ansa-incontra-con-arera-e-a2a_085a2016-19a6-4aa5-b667-745838fa685b.html

,

Aziende

A2A: risultati preliminari 2020 confermano investimenti record per lo sviluppo sostenibile

9 Mar , 2021  

A2A

EBITDA ordinario pari a 1,19 miliardi (in linea con il dato dell’anno precedente) e un volume di investimenti che si attesta a 738 milioni di euro (+111 rispetto al 2019): è quanto emerge dai risultati preliminari presentati dalla Life Company A2A, per l’esercizio 2020.

Nonostante un anno contraddistinto dalla crisi sanitaria, il Gruppo guidato da Renato Mazzoncini conferma dunque solidità finanziaria e investimenti record (+18% rispetto all’anno precedente), la maggior parte dei quali in linea con gli indirizzi dettati dall’Agenda ONU 2030. 1,19 miliardi di euro l’EBITDA ordinario, un dato che cresce fino a 1,2 miliardi di euro includendo anche le poste positive non ricorrenti, molto significative nel 2019. Come sottolineato in una nota da A2A, la contrazione della Business Unit Energia a inizio 2020, causata da uno scenario energetico molto debole, è stata seguita da un recupero notevole nel Q4. Il risultato è positivo sia nel segmento Generazione sia nel Retail, con una crescita dei clienti nel mercato libero che segna un +263.000 rispetto al 31 dicembre 2019. Ma non solo: i risultati preliminari per il 2020 confermano anche gli ottimi risultati raggiunti dalla Business Unit Ambiente.

3,47 miliardi di euro la Posizione Finanziaria Netta del Gruppo (3,15 miliardi di euro al 31 dicembre 2019): al netto delle variazioni di perimetro del 2020, lo scostamento è risultato contenuto a circa 0,17 miliardi di euro nonostante l’incremento, rispetto all’anno precedente, sia degli investimenti per 111 milioni di euro che dei dividendi distribuiti per 23 milioni di euro (241 milioni di euro nel 2020, 218 milioni di euro nel 2019). Dati che determinano un rapporto PFN/EBITDA pari a 2,9x (2,6x nell’esercizio 2019).

Il forte impegno di A2A per la promozione di una crescita sostenibile emerge anche dagli investimenti record messi in campo nel 2020, che hanno raggiunto i 738 milioni di euro nell’intero esercizio. L’aumento è di 111 milioni rispetto al dato già elevato del 2019 (627 milioni di euro) e conferma gli sforzi compiuti dal Gruppo in un’ottica di sostenibilità ambientale. La crescita è infatti dovuta in gran parte a interventi connessi con l’economia circolare, in particolare: recupero di energia e materia nella Business Unit Ambiente; rete di distribuzione di energia elettrica; impianti di depurazione del Ciclo Idrico nella Business Unit Reti; aggiornamento dei sistemi informativi in vista del superamento del mercato tutelato dell’energia; efficienza energetica nella Business Unit Energia (segmento Mercato).

Per maggiori informazioni:

https://www.soldionline.it/notizie/azioni-italia/conti-a2a-bilancio-2020

,