LA RAGAZZA CON L'ORECCHINO DI PERLA

Pittura

La Golden Age olandese al Palazzo Fava di Bologna

27 mar , 2014  

Share on Google+0Share on LinkedIn0Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0
La Golden Age olandese al Palazzo Fava di Bologna 4.55/5 (90.91%) 11 votes

"La ragazza col turbante", arrivata a Bologna l'8 febbraio, è in mostra fino al 25 maggio presso il Palazzo Fava.

Vermeer - mostra a Bologna

Ancora due mesi disponibili per visitare i capolavori del Mauritshuis Museum dell'Aia. In occasione del rinnovo del complesso museale, alcune opere sono esposte in Italia in esclusiva: da Vermeer a Rembrandt, i capolavori migliori del periodo olandese denominato Golden Age.

Di questo periodo, il più famoso è "La ragazza con l'orecchino di perla", chiamato anche "La ragazza col turbante", ormai diventato il mito del Seicento olandese. Si tratta di un olio su tela del 1665-1666 e raffigura, volta di tre quarti rispetto alla visuale dello spettatore, una fanciulla con un orecchino di perla, che cattura completamente la luminosità di tutto il dipinto in quel solo punto. Sebbene tale perla sia stata realizzata dall'artista utilizzando solamente due pennellate a goccia, una sopra l'altra, l'occhio umano ha l'illusione di vedere una perla intera, monile che a quel tempo era prerogativa delle donne aristocratiche. La Golden Age è un periodo nella storia dei Paesi Bassi che corrisponde più o meno al XVII secolo, durante il quale pittura, architettura, scultura, le scienze e il commercio olandesi furono tra le più fiorenti al mondo. Oltre a questa bellissima opera e ad altri dipinti di Johannes Vermeer, si possono ammirare molti altri capolavori provenienti da diversi musei di tutto il mondo di artisti dello stesso periodo: Rembrandt, Hals, Steen e Ter Borch. Il nome esteso dell'artista tanto acclamato è Johannes van der Meer, abbreviato in Jan Vermeer, maestro nell'utilizzo della luce all'interno dei suoi dipinti, che non a caso il critico Ernst Gombrich nella sua 'Storia dell'arte', descrive come 'vere e proprie nature morte con esseri umani'.

Per saperne di più e non perdere questa mostra, visitate:

LA RAGAZZA CON L'ORECCHINO DI PERLA. IL MITO DELLA GOLDEN AGE. DA VERMEER A REMBRANDT. CAPOLAVORI DAL MAURITSHUIS

 

Articoli Correlati:

Parigi, Roma e Genova omaggiano la messicana Frida Kahlo
Il Mito di Gustav Klimt in mostra a Palazzo Reale
Matisse, La Figura al Palazzo dei Diamanti
Il gruppo dei Preraffaelliti e l’utopia della bellezza a Torino
Andy Warhol, la versatilità di un uomo del Novecento
Piet Mondrian e i colori


, , ,


Lascia una risposta